logo les délices d

Nell’invidia di ciascuno di “Mangia meglio”, i francesi trovano sempre di più il desiderio di mangiare “fatto in casa”. Ma se sei solo in casa o hai troppe mele o fagiolini nel tuo giardino, è spesso complicato per garantire freschezza delle nostre ricette o del nostro cibo a lungo termine.

E siamo d’accordo, mangiare la ratatouille fatta in casa fa bene, mangiarla per tre giorni è troppo!

Tra le soluzioni per la conservazione degli alimenti, la sterilizzazione è la più conveniente e il più diffuso. Le nostre nonne sono le prime a infilare nella nostra borsa una buona terrina o una deliziosa composta fatta in casa.

  • Perché scegliere la sterilizzazione?

La sterilizzazione preserva il cibo diversi mesi in barattoli. Grazie ad una reazione chimica del vapore raffreddato, un vaso immerso in acqua riscaldata a 100°C è sigilla ermeticamente. I batteri sono quindi completamente eliminato, nessun germe potrebbe svilupparsi. Così, puoi congelare l’evoluzione del cibo in barattoli e goditelo tutto l’anno.

Per ottenere una perfetta sterilizzazione dei tuoi vasetti, sarà importante scegliere lo sterilizzatore giusto.

Sebbene sembrino tutti uguali, ci sono alcuni criteri importanti da considerare quando si sceglie il dispositivo perfetto.

Come chef di casa, ho avuto l’opportunità di testare molte di queste macchine. Così nel tempo ho acquisito una certa esperienza sul campo.

Se vuoi scoprire la mia selezione dei migliori sterilizzatori del 2020, puoi accedervi direttamente cliccando qui! ?

migliori barattoli sterilizzatori economici confronto guida all'acquisto

Altrimenti, ecco i criteri di confronto da identificare prima del tuo acquisto.

  1. Con o senza rubinetto?

Dovresti sapere che uno sterilizzatore è in grado di contenere acqua calda da 30°C fino a 100°C Vedi altro. È quindi possibile utilizzarlo anche per riscaldare o tenere al caldo caffè, zuppa, vin brulè o qualsiasi liquido a vostra scelta.

Che si tratti di utilizzare lo sterilizzatore come servizio bevande o di svuotarlo, la maggior parte dei modelli è dotata di rubinetto.

Quindi sì il rubinetto può essere un vero vantaggio nella scelta del modello, ma attenzione alla qualità di quest’ultimo. Il rubinetto può essere una fonte di perdite di liquido o addirittura d’aria, che sarebbero dannose per la reazione chimica durante il processo di sterilizzazione.

rubinetto vasetti sterilizzatore

  1. La fonte di calore

In commercio esistono due tipi di sterilizzatori.

  • Lo sterilizzatore elettrico:

Come molti compagni di cucina, lo sterilizzatore ha la sua gamma elettrica. È quindi indipendente grazie alla sua stessa resistenza. Si differenzia da uno sterilizzatore a gas grazie a funzioni quali:

  • Il termostato:

Lo strumento ha un termostato per regolare la temperatura. Questo termostato può essere digitale o meccanico. Se alcuni modelli elettrici non ce l’hanno, dovresti usare il tuo termometro.

Nella reazione, una volta raggiunta la temperatura di 100°C, il vapore deve raffreddarsi per creare il vuoto.

  • Il cronometro:

Uno dei punti di forza che possiamo trovare su questo strumento è un timer. Dovresti sapere che il tempo di sterilizzazione dipenderà dal cibo messo nei barattoli. Questa durata può variare da pochi minuti o addirittura ore, informarsi sulla possibile gamma di timer.

migliori barattoli sterilizzatori confronto guida all'acquisto economico

  • Resistenza elettrica:

Nella gamma elettrica è importante conoscere la potenza del materiale scelto. Questa potenza, espressa in watt, può andare da 1000 W a 2000 W in media.

La potenza dello strumento determinerà la velocità con cui la temperatura aumenta.

  • Lo sterilizzatore a gas:

Questi modelli sono i pionieri in questa manipolazione. Sono semplicemente fatti come grandi recipienti in grado di ricevere calore su un fuoco o su una piastra a gas. Quindi puoi immergere i tuoi barattoli e far bollire l’acqua.

Per usarli avrai bisogno essere dotato di un termometro per controllare la temperatura dell’acqua. Inoltre, dovrai stare vicino al tuo strumento durante il processo in modo da spegnere la fonte di calore al momento giusto ed estrarre le pentole non appena la fase di raffreddamento è terminata.

Oggi è molto più qualitativo per acquistare uno sterilizzatore elettrico. Per la sua praticità, la sua autonomia, la sua qualità di realizzazione, si può lavorare con fiducia. È per questo motivo che confronterò solo sterilizzatori elettrici e non sterilizzatori a gas.

  1. La capacità

In generale, i serbatoi dello sterilizzatore hanno un capacità media di 27 litri. Un serbatoio di queste dimensioni può eseguire la sterilizzazione di da 10 a 12 vasetti da 1L su due livelli.

Ovviamente, la dimensione dei tuoi vasetti varierà la capacità del tuo utensile. Più piccoli sono i tuoi vasetti, più ne puoi mettere nella stessa fase di lavoro.

Per darti una forchetta di quello che c’è sul mercato, ci sono le vaschette che vanno da 10L a 40 L circa.

Vale a dire: per evitare che i tuoi barattoli si scontrino tra loro, ci sono griglie di separazione che creano pavimenti.

Piccolo consiglio: se non hai un accessorio separatore, usa uno o due strofinacci puliti per proteggere i tuoi vasetti.

migliori barattoli sterilizzatori confronto guida all'acquisto economico

  1. Il potere

Per entrare nei dettagli sulla potenza dei dispositivi, sappi che la potenza della tua sterilizzatrice verrà utilizzata solo per variare la durata del riscaldamento dell’acqua.

Non preferire un modello che non rientra nel tuo budget solo perché ha una potenza migliore.

Per me, questo criterio di confronto non è una priorità. È più utile dare importanza alla sua capacità di contenimento, o alla solidità dei suoi materiali.

Tuttavia, ci sono resistori che vanno da 1000 a 2500 W. La potenza più comune è 1800 W, che rimane abbastanza adatta.

migliori barattoli sterilizzatori economici confronto guida all'acquisto

  1. Il materiale

Quando vogliamo confrontare il materiale utilizzato per la fabbricazione di uno sterilizzatore, stiamo parlando del serbatoio di quest’ultimo e non il suo guscio esterno.

Esistono serbatoi in metallo, acciaio zincato, acciaio inossidabile, acciaio smaltato o plastica.

Il materiale più qualitativo per uno sterilizzatore è acciaio inossidabile. Questo materiale è noto per accumulare e diffondere il calore molto rapidamente. Inoltre, è molto resistente alla ruggine e facilita molto il lavaggio e la manutenzione a lungo termine.

Tuttavia, terrà comunque in considerazione il materiale esterno per confermare la sicurezza contro un dispositivo che contiene acqua a temperatura molto elevata.

Assicurarsi che il modello scelto sia dotato di a protezione contro il surriscaldamento e di maniglie termoisolanti.

migliori barattoli sterilizzatori economici confronto guida all'acquisto

  1. Il prezzo

Ovviamente il prezzo dipenderà dalla capacità del serbatoio, dalla potenza della resistenza, dalle caratteristiche offerte e anche dal marchio.

Ci vorrà tra 50 € il modello più piccolo e fino a 350 € per dispositivi di fascia alta. Da parte mia, un modello di circa 180 € sarà sufficiente per l’uso familiare in casa.

Attenzione, c’è una logica nella determinazione dei prezzi, non scegliere un modello di grande capacità al prezzo di un modello piccolo, questo nasconderà necessariamente una mancanza di qualità nel resto dello strumento.

Come avrai letto in questo articolo, i modelli sono ancora abbastanza simili dal punto di vista delle caratteristiche.

Tuttavia, ci sono ancora alcune differenze notevoli. Ti offro una descrizione di alcuni modelli che ritengo interessanti per il tuo utilizzo:

Mi piace particolarmente il marchio Klarstein per i suoi prodotti per piccoli e grandi elettrodomestici. Il suo modello di sterilizzatore Konfistar fa parte dei modelli più grandi e quindi il più efficace in termini di quantità. Questo è un vantaggio importante per risparmiare tempo: durante un singolo utilizzo ho potuto sterilizzare 16 vasetti da 1L e 4 piccoli da 30 cl. Inoltre, la potenza della sua resistenza da 2500 W a quasi dimezzato il tempo di riscaldamento dell’acqua.

Grazie alle sue pareti in acciaio inossidabile lucido e alla sua valvola di scarico, la manutenzione è molto semplice.

Per il budget, ho potuto vedere questo modello in negozio al prezzo di € 334,99, se sei fortunato, puoi trovarlo più economico su Internet. A proposito, l’ho trovato a un prezzo basso qui:

migliori barattoli sterilizzatori economici confronto guida all'acquisto

Con un’ampiezza del timer molto più elevata rispetto a qualsiasi sterilizzatrice, la Lady Marmelade di Klarstein soddisferà tutte le vostre esigenze di sterilizzazione. Ve ne ho parlato sopra, alcuni cibi hanno bisogno di un tempo più lungo per essere passati sottovuoto, con questo modello avrete fiducia nella realizzazione di ogni vostra preparazione.

Per altri dettagli tecnici, Lady Marmelade torna nella media con 27 L per il serbatoio e 1800 watt per resistenza. sono riuscita a sterilizzare 12 vasetti da 1 litro durante un singolo utilizzo.

Tuttavia, a fronte del prezzo molto interessante, questo modello ha delle competenze aggiuntive. Permette, tra l’altro, di scoprire una funzione, il riscaldamento.

L’autonomia di questo strumento rimane l’aspetto che ha completamente convalidato il mio stesso acquisto, il timer partirà non appena verrà raggiunta la temperatura, un segnale acustico suonerà per avvisarci.

Condivido pienamente questo modello, sia per gli amatori che per i più confermati:

Questo modello di Severin ha un serbatoio più grande rispetto alla maggior parte degli sterilizzatori. Infatti, grazie al suo Capacità 29 litri, il serbatoio può ricevere 14 vasetti da 1 litro ogni. Questo sterilizzatore ha un rubinetto, quindi ha un doppio uso, sterilizza e eroga bevande. La temperatura è gestita con un termostato a pulsante, molto affidabile. Ma è stato riconosciuto che la qualità della sua plastica lascia a desiderare. Non dimentichiamo che la presenza di un rubinetto richiede una qualità indiscutibile del materiale autorizzato.

Trovo un peccato che il pannello di controllo non lo faccia non ha timer, che ci costringe a stare accanto allo sterilizzatore durante il processo.

Severin offre quindi una risposta alla nostra esigenza, ma se il suo sterilizzatore fa il suo lavoro, il suo prezzo basso rimane giustificato dai suoi aspetti tecnici.

Questo articolo è ora completo! Spero di esserti stato utile nella tua ricerca! Se hai una domanda, sentiti libero di usare la sezione commenti.


Post sullo stesso tema